Peposo di Petigliolo

Ideale per la cottura è un capiente tegame di coccio con coperchio.

Tagliare la carne in piccoli bocconi.

Mettere tutti gl’ingredienti nel tegame e portare all’ebollizione con fuoco all’inizio vivace per far prendere bollore, poi basso al minimo.

“Mi sono ricordata degl’insegnamenti di mamma (bravissima cuoca,con madre e nonna cuoche professioniste): mi diceva che i sughi, gli stracotti e gli spezzatini, vanno cotti a fuoco bassissimo e la cottura è giusta quando si vedono le bollicine in superficie fare “plin plin” (termine che a quei tempi voleva solamente dire bollire pianissimo….nulla a che fare con una attuale nota pubblicità di acqua minerale)”.

Tempo di cottura circa 4 ore sempre senza coperchio.

Il vino utilizzato nella cottura deve evaporare ed il liquido di cottura ritirare pur restando abbondante.

Servire ben caldo accompagnato da fagioli cannellini lessi o polenta gialla.

Vini Toscani: Chianti Classico riserva, Pomino rosso

Vini Italiani: Barolo, Montepulciano D’Abruzzo Riserva

Si consiglia di utilizzare per la degustazione lo stesso vino utilizzato per la cottura

This entry was posted in Secondi. Bookmark the permalink.

Comments are closed.